Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter

RECENSIONE "STAMMI SEMPRE ACCANTO" DI JOANNA WYLDE

Titolo: Stammi sempre accanto
Autore: Joanna Wylde
Genere: romance
Prezzo: ebook €5,99 cartaceo €12,25
Data Pubblicazione: 19 ottobre 2020
Trama: Otto anni fa, Sophie ha regalato il suo cuore – e la sua verginità – a Zach Barrett in una notte che non poteva essere meno romantica e più imbarazzante. Il fratellastro di Zach, un biker tatuato dai muscoli d’acciaio di nome Ruger, li colse sul fatto, assistendo a una scena che non ha mai dimenticato.
Anche se quella notte l’ha ferita nella dignità, Sophie ha ottenuto qualcosa di prezioso: suo figlio Noah. Zach è un padre del tutto assente, e Ruger è l’unica figura maschile di riferimento del piccolo. Quando scopre che Sophie e suo nipote vivono quasi in povertà, Ruger prende in mano la situazione, con l’aiuto del Reapers Motorcycle Club, per assicurare loro una vita migliore.
Sophie non aveva in mente di finire insieme a suo figlio in mezzo a una banda di biker fuori legge, ma Ruger non le lascia scelta. Sarà lì per Noah, che lei lo voglia o no. E Sophie lo vuole, lo ha sempre voluto. Sta per scoprire che portarsi a letto un biker può trasformare chiunque in una cattiva ragazza.

RECENSIONE DI CHLOE

Buongiorno miei amati lettori! Oggi ho il piacere di parlarvi del nuovo libro di Joanna Wylde, autrice del bestseller “Non volevo fosse amore” che potete trovare qui  https://amzn.to/3aFEn31 che torna con una storia tutta da leggere.
Di cosa parliamo?
Del libro “Stammi sempre accanto” edito da Newton Compton e che potete trovare qui se volete dare un’occhiata https://amzn.to/3npf7Dz
Siete pronte per fare una sosta a Coeur d’Alene, in Idaho? Let’s go..
La protagonista di questo romanzo è Sophie, una giovane ragazza innamorata persa di un suo amico sin dai primi anni delle scuole che un bel giorno finalmente riesce ad attirare la sua attenzione. Dopo una notte d’amore – finita anche un po’ in malo modo – Sophie vedrà la sua vita cambiare drasticamente. Mentre le sue amiche pensano a feste e vestiti, lei si trova da sola a far crescere una piccola vita dentro di sé. A nulla servirà quel ragazzo per il quale aveva perso la testa anche perché, mentre a lei si rompono le acque, lui è a terra svenuto perché ha bevuto troppo.
L’unico ad andare in suo soccorso è Ruger, il fratellastro, che è sempre pronto a mettere in ordine i casini fatti da Zach.
«È difficile darti torto», borbottò. «Sposare suo padre è stata la cosa più stupida che avesse mai fatto, e da allora io ne ho pagate le conseguenze. Zach è un peso che mi porto sulla schiena. Ogni cosa che tocca si trasforma in merda, e poi tocca a me spalare la sua immondizia. Di nuovo».
Mi sentii come se mi avessero dato un pugno allo stomaco.
«È quello che provi per me e Noah?».
Ruger non potrà mai dimenticare la notte in cui suo nipote è venuto al mondo. Guardare quei piccoli occhietti aprirsi a quella nuova avventura ha cambiato la sua vita. Quel bambino è sempre stato come un figlio e, dopo una chiamata allarmante, non ci penserà due volte a partire e macinare chilometri per andare a salvare il suo piccolino. L’unica cosa possibile da fare, per averlo sempre vicino, è riportarlo a Coeur d’Alene insieme alla madre. Lì, con i suoi fratelli, sarà sempre al sicuro, peccato che Sophie non sia della stessa opinione. Madre single, che si è sempre rimboccata le maniche per dare tutto quello cui suo figlio aveva bisogno, si trova di punto in bianco ad essere senza lavoro e senza soldi. Quando Ruger arriva a sconvolgerle per l’ennesima volta la vita, si troverà ad entrare in un mondo che aveva sempre tenuto alla larga. Adesso si troverà immersa nella “famiglia” di motociclisti e sarà difficile uscirne quando l’uomo dei tuoi desideri farà di tutto per tenerti lì.
Riuscirà Sophie ad integrarsi o le sue paure la porteranno ad allontanarsi?
«Non finisci mai di stupirmi, eh?»
«Vuoi che me ne vada dal tuo seminterrato?».
Ruger si tirò indietro, aggrottando la fronte.
«Ti ho appena detto che ucciderò chiunque ti tocchi, e pensi ancora che io voglia che te ne vada?»
«Questo è stato prima che ti dicessi quello che ho fatto. Ti ho usato».
Quando ho letto la trama di questo libro e ho visto che si trattava di motociclisti, ho subito pensato che non dovevo lasciarmelo scappare e ho fatto bene. Lo stile della Wylde è molto scorrevole e le situazioni descritte mi hanno fatto sorridere, arrabbiare e battere il cuore. Questo libro è un susseguirsi di emozioni che mi hanno tenuta incollata alle pagine fino a quando non ho concluso la storia di Sophie e Ruger. Credo che un buon libro debba trasmetterti delle emozioni ma anche degli insegnamenti e credo che questa storia ne abbia tanti. Certo, è pur sempre un romanzo quindi non bisogna seguirlo alla lettera, ma penso sia anche un modo per spronare tutte le persone vittime di abusi a chiedere aiuto, a far capire che non si è soli né gli unici.
La storia scritta dalla Wylde è tante cose messe insieme, amalgamate al meglio e che fanno sospirare il lettore fino alla fine.
Non vedo l’ora di leggere gli altri libri di questa collana anzi, vado subito!
Fatemi sapere cosa ne pensate voi di questo libro…
Baci Chloe