Titolo: Che fretta c’era maledetta quarantena

Autore: Cinnie Maybe

Editore: Delrai Edizioni

Genere: Chick-Lit

Data Pubblicazione: 5 Giugno

Trama: Il covid-19 ha sorpreso tutti e ci ha costretti a casa per giorni interi, che poi sono diventati settimane e addirittura mesi. Ecco allora che le vite di tutti sono soggette a cambiamenti radicali e sconvolgimenti. Così succede a Torino, a Matteo e Giulia, per esempio. I due sono coinquilini, da sempre legati da una strana alchimia che nessuno dei due ha mai provato ad approfondire, per timore, per imbarazzo per cecità sentimentale. Durante i giorni di reclusione forzata, saranno però obbligati a guardare in faccia il loro rapporto come non è mai successo prima. Uno dovrà smettere di credere di avere una cotta per una collega di università, tutta Instagram e apparenze; l’altra dovrà trovare il coraggio di uscire dal guscio di migliore amica e credere in se stessa. E se la sfida di una cena romantica diventa un’occasione, magari anche in una situazione di emergenza sanitaria può sbocciare l’amore. Anche a Roma c’è qualcuno che con la quarantena ha dovuto rivedere la propria vita. Lorenzo è il fratello minore di Matteo, rimasto bloccato nella capitale proprio a causa del lockdown. Il ragazzo verrà messo a dura prova dalla clausura sì, ma avrà anche l’occasione di ricostruire un rapporto con il padre che aveva perso negli anni, a causa della lontananza e della separazione non proprio amichevole dei suoi genitori. Inoltre, è durante la quarantena che farà amicizia dal balcone con la dirimpettaia Carolina dai capelli rossi. A lei il coronavirus ha tolto la stabilità economica della famiglia e il nuoto, la sua passione più grande, ma non tutti i mali vengono per nuocere. Durante la quarantena infatti, possono nascere nuove opportunità anche solo attraverso dei messaggi online.

RECENSIONE CHLOE

Buongiorno ragazzuol*, come state affrontando questi giorni così strani? Da me un minuto prima c’è il sole e il minuto dopo piove. 

Diciamo che per me non c’è problema: mi piace la pioggia, il rumore delle gocce che cadono ed io dentro la stanza a leggere. Certo, non c’è il camino o la cioccolata calda, ma siamo comunque a Maggio. Indovinate cosa ho letto per voi oggi? No, la confezione dello Shampoo era una lettura troppo caliente per me… In questi giorni mi sono dedicata alla lettura di: “Che fretta c’era, maledetta quarantena!” di Cinnie Maybe, edito Delrai Edizioni. 

Cosa posso dirvi di questa novella? Beh semplicemente che mi è piaciuta davvero tanto! I personaggi descritti sono davvero divertenti e spassosi. Certo, è un pochino corta per sapere tutto di questi quattro ragazzi, ma spero che l’autrice possa darci qualche notizia in più. Magari con qualche libro su di loro? Vorrei tanto sapere se Lorenzo riuscirà a parlare con Carolina e se questa riuscirà a tornare a nuotare e se Matteo e Giulia potranno cercare casa insieme. 

Uffa, questa quarantena sta mettendo a dura prova la mia pazienza. Per carità, è stato figo rimanere in casa e non andare a scuola la prima settimana, quando potevo dormire fino a tardi e uscire il pomeriggio con le mie amiche, ma adesso che siamo a quasi quindici giorni, siamo obbligati a seguire le lezioni online e non si può fare niente. Inizio a perdere la pazienza.

L’autrice ha saputo creare 4 personalità differenti ma che si incastrano perfettamente gli uni con gli altri. Ho adorato Giulia (nella quale mi sono anche un po’ immedesimata) e Matteo che ha dovuto “sbattere la testa” per potersi rendere conto di cosa aveva al suo fianco. Però… però non mi basta! Quindi, mia adorata Cinnie, ti supplico: dammi di più!!

Lei merita la favola, merita qualcuno che le prenda il viso tra le mani e le baci delicatamente quelle labbra sottili; che la guardi negli occhi e si lasci incantare da quelle iridi chiare. Si merita qualcuno che la faccia sentire la persona più importante del mondo, non un idiota che le propone di fare sesso su Zoom.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *