Titolo: Il nido delle vespe

Autore: Marco Bacocchi

Editore: Maratta Edizioni

Genere: Thriller

Prezzo: ebook 3,99€ cartaceo 12,00€ 

Data Pubblicazione: 1 dicembre 2019

Trama: Una figlia indesiderata. Un omicidio efferato. Soprusi e violenze. Tutto ciò che vive farà di lei la regina.

Autore: Marco Bacocchi è nato a Perugia il 27 Maggio 1980. Diplomato in Economia aziendale, ha poi ottenuto un attestato di segretariato per studi notarili e polifunzionali. Sposato e padre di due bimbe, vive nel cuore della verde Umbria dove ha svolto svariati lavori tra fabbriche e laboratori. A livello creativo si diletta nella scrittura, passione che lo ha portato a ottenere il primo posto nell’edizione d’esordio del concorso “Made in Umbria” per la sezione Racconti Brevi. Uno dei suoi romanzi ha vinto un riconoscimento speciale quale opera finalista al Premio Internazionale di Poesia e Narrativa “Dal golfo dei poeti Shelley e Byron, alla Val di Vara”.

RECENSIONE BARBY

Benvenuti nuovamente su Polvere di Libri, oggi ho il piacere di parlarvi di “Il nido delle vespe” di Marco Bacocchi, edito Maratta Edizioni. Il romanzo è un Thriller ambientato in Italia, dove la protagonista Alice, viene accusata dell’omicidio di una sua coetanea, dando inizio così al suo calvario dal carcere minorile al carcere vero e proprio. Alice appare al lettore, come una semplice ragazza di campagna, molto ingenua, ma che già alla sua età ha subito le angherie di un padre violento e di una madre che dire anafettiva. Inoltre è innocente. Cresciuta senza amore, Alice si ritrova a dover scontare una pena senza l’appoggio di una famiglia, solo con e sue e forze e le sue capacità. La ragazza, impara in fretta a sopravvivere al carcere e a diventare più scaltra tanto da riuscire a ottenere molti privilegi.  Ma quanto di Alice è vero? Mi sono posta questa domanda, molte volte durante la lettura, attendendo con ansia capitolo dopo capitolo e la sua innocenza è stata sempre li, ben visibile. Un altro protagonista, non meno importante per lo sviluppo della storia è Andrea. Andrea è un poliziotto che aiuta Alice a farsi strada sia in carcere che nella vita, riesce a ottenere per lei la libertà e la accompagna nel sui reinserimento sociale. Andrea ha un ruolo molto importante nella vita di alice pur mantenendo sempre un basso profilo all’interno della storia. Non nascondo mai, la mia predilezione per questo genere di romanzi, mi sono immersa pagina dopo pagina a scoprire la protagonista, la sua vita passata e il suo futuro, e come quando devi scoprire chi è alla fine l’ assassino anche in questa storia il finale ti lascia a bocca porta “no non può essere”. La trama è ben strutturata e presenta molti spunti di riflessione su temi importanti come la violenza fisica e psicologica che la protagonista ha dovuto affrontare, sia in famiglia che in carcere che l’autore, ha saputo trattare con delicatezza. Anche se non sono presenti particolari colpi di scena, nella parte iniziale e centrale, la storia è piacevole alla lettura, scorrevole, e l’autore è stato in grado con molti particolari di tenere alto l’interessa durante la lettura.  Il romanzo dal punto di vista tecnico è ben curato, ma mi sento di fare un appunto, ho trovato qualche incongruenza, sulla vita carceraria descritta con quella reale. Una storia molto particolare, dai retroscena agghiaccianti che ti lasciano senza fiato e dal finale grandioso.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *