RECENSIONE "ACQUE DEL BOSFORO ACQUE DEL PIAVE" DI ELSA ZAMBONINI DURUL

Titolo: Acque del Bosforo Acque del Piave: Un thriller sullo sfondo del Vajont (Lo stivale d’oro di Istanbul Vol. 3)
Autore: Elsa Zambonini Durul
Editore: Self Publishing
Prezzo: ebook 2,99€ cartaceo 11,99

Trama: Acque del Bosforo Acque del Piave – L’archetipo di Caino e Abele, dove Abele è una sorella scomparsa. E poi c’è Isabella anche lei svanita nel nulla quarant’anni prima. C’è un legame fra le due sparizioni? Lisa si trova a confrontarsi con questo dilemma quando Caino decide di nascondersi in casa sua. La protagonista (di Lo stivale d’oro di Istanbul e di Istanbul – il viaggio sospeso) deve contemporaneamente misurarsi con le gioie, ma anche i molti dolori che il suo compagno, il turco Emre, le procura. Al nucleo thriller si interseca un tessuto narrativo incentrato su fratellanze e genitorialità difficili e sofferte, legittime e illegittime di una madre e di un padre non accettati dai rispettivi figli che a loro volta sono lacerati da sentimenti contrastanti fra loro.
Sullo sfondo della vicenda, scura e inquietante, incombe la diga del Vajont con una rinnovata narrazione di sventura.

RECENSIONE DI BARBY

Bentornati su Polvere di Libri oggi ho il paicere di parlarvi del romanzo di Elsa Zambonini Durul Acque del Bosforo Acque del Piave: Un thriller sullo sfondo del Vajont (Lo stivale d’oro di Istanbul Vol. 3)
La protagonista del romanzo è Lisa una giovane donna Italiana, sposata con Emre, un uomo turco, e vive a Istanbul dove si svolge parte della vicenda.
Dico parte perchè la storia si staglia tra la Turchia e l’Italia nell’afascinante Istanbul e nella stoirca Longarone che ricorda il disastro della diga del Vajont.
Lisa si ritrova a indagare sulla scomparsa di due donne, una è Emma la nipote della sua balia e di Isabella, una donna scomparsa nella nel nulla molti anni addietro.
Quando Andrea fratello di Emma si presenta alla sua parte Lisa non è capace di negarle il suo aiuto, e con la sua propensione a mettersi nei guai, accetta anche di aiutarela madre di Andrea a capire che fine avesse fatto la sua amica Isabella.
Ma le due scomparse, si intrecciano in un mistero che Lisa tenterà di risolvere dandogli non pochi problemi con suo marito.

La lettura del testo è scorrevole, il ritmo è buono, il testo è ben scritto e i personaggi sono ben caratterizzati.
La trama del romanzo è molto originale e ben strutturata, molto interessante l’intreccio che l’autrice crea tra le due scomparse che inizialmente può portare un po’ di confusione, ma pagina dopo paginal’autrice rende tutto più chiaro, dando alla storia quel tocco di mistero e la giusta dose di suspense che ti tiene incollata al libro.
Questa storia racchiude diversi elementi, come già accennato, la suspense dei Gialli, l’amore dei romance, e anche una bella dose di psicologia.
Infatti presenta diversi spunti molto interessanti che arricchiscono la trama. L’autrice mette in risalto la società patriarcale in cui vive il suo disagio nel rapporto con Emre e leloro diversità, l’insieme dei drammi familiari, di vecchi rancori e di verità nascoste, vi posso assicurare che non mancano i colpi di scena; se poi aggiungiamo anche l’ambientazione esotica di Istanbul, e i riferimenti storici di Longarone, ci si presenta di fronte un testo di un certo spessore.
Spero di rileggere presto queta autrice che sto tenendo d’occhio da un po’ incuriosita dalle trame e che finalmente sono riusta a leggere.
Vi consiglio la letture, a presto!

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *