Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter

RECENSIONE "CENA PER UNO" DI MEG HARDING - TRISKELL EDIZIONI

Titolo: Cena per uno
Autore: Meg Harding
Data di pubblicazione 23/09/2021
CE: Triskell edizioni
Genere: Narrativa
Trama: Bastien non è abituato alle recensioni negative. Il suo ristorante francese è il gioiellino della città, e quando un critico rinomato lo denigra, ne rimane sconvolto. Ma per fortuna trova il modo per distrarsi. Durante il mercatino di dolci alla scuola della nipote, conosce un affascinante scrittore. È appassionato di cibo, di Bastien e di quel sesso un po’ perverso che fanno insieme: la chimica tra loro è una ricetta perfetta.
James non si aspettava di imbattersi in uno chef attraente al mercatino di dolci, e non vuole di certo lasciarsi sfuggire quell’occasione. Quando scopre, con gran sorpresa, che è il proprietario di un locale che conosce – e che ha recensito – si ritrova in una situazione scomoda: potrebbe essere necessario omettere un’informazione vitale perché le cose tra loro due funzionino… almeno per il momento.

RECENSIONE DI MARINA

Bastien è uno chef di origine francese e quando una recensione sul suo locale L’ Amour dans la ville, è mediocre la prende male.
Harper Carlisle è un critico gastronomico per il New York time, ma quando alla vendita di dolcetti per la scuola dei suoi nipoti vede Bastien, c’è alchimia. Quando Harper capisce chi è il ragazzo non sa che pesci pigliare, non sa dire la verità o omettere chi sia realmente.
Il romanzo ha una trama ben congeniata, e il linguaggio è semplice e molto descrittivo. I personaggi sono ben caratterizzati ma spesso un po’ infantili per la loro età, anche se l’atteggiamento può essere giustificato dalla recensione negativa o da una mancata verità. Ho notato che nella traduzione si è fatto un po’ di confusione con i nomi e qualche refuso, ma niente che abbia inficiato sulla lettura e sul giudizio. Però devo ammettere che a livello emozionale non mi ha colpito tantissimo! Attendo il vostro parere!

Condividi su facebook
Condividi su twitter