RECENSIONE GHOST HUNTERS-IL VILLAGGIO MALEDETTO DI DOMINK G. CUA

Titolo: Ghost Hunters
Autore: Domenik G. Cua
Editore: Self Publishing
Genere: Horror
Prezzo: ebook 2,99€ cartaceo 13,00€
Trama: Irlanda, anno 1450. All’interno dei boschi del monte Carrantuohill, nella contea del Kerry, sorge un piccolo villaggio senza nome che conta poche centinaia di abitanti. La gente conduce una vita tranquilla e pacifica, del tutto ignara dell’esistenza di un oscuro segreto che si cela nelle profondità di una vecchia cripta in cui nessuno mette piede da innumerevoli anni. E quando tre giovani donne a conoscenza di tale segreto giungono alle porte del villaggio, cominciano a verificarsi strani avvenimenti: la notte porta con sé fitti manti di nebbia al cui interno si muovono ombre sinistre, gli animali del bosco spariscono nel nulla e la gente inizia a morire nei modi più spaventosi e incomprensibili, tanto da far sospettare che il villaggio sia caduto vittima della stregoneria. Chi sono quelle donne? E cosa si nasconde all’interno della cripta?

RECENSIONE DI CHRISTIE

Un piccolo villaggio di cacciatori e pescatori situato ai limiti di un bosco pieno di pericoli cela all’interno delle sue profondità tre donne dotate di poteri straordinari in grado di cambiare le sorti della piccola contea.
Un medaglione rinvenuto da un bambino, una serie di morti misteriose e inspiegabili, l’uccisione del capo del villaggio e un lungo periodo di incubi turbano la quiete della piccola comunità fino alla rivelazione dell’arcano: le tre donne del bosco sono streghe e conoscono i segreti più reconditi degli uomini più insospettabili. Tra cui, il parroco accusato di commettere atrocità sui ragazzi che doveva accudire ed educare.
L’arrivo di uno straniero nel piccolo villaggio desterà parecchia curiosità e malcontento nei piani di Beatrice, Viviana e Matilda. Chi è davvero Alfredo? Cosa nasconde dietro la sua venuta? Riuscirà a districare il mistero che ammanta la comunità di Kerry?
“Si asciugò le lacrime e si armò di rinnovata motivazione. Sebbene fosse rimasta sola e dovesse contare solo sulle proprie forze, non aveva alcuna intenzione di arrendersi e non avrebbe perso le speranze.”
Un horror pieno di mistero, quello offerto da questo autore coraggioso. Nelle righe del suo romanzo, con descrizioni ricche ma mai troppo ed atmosfere evocative, il brivido si pregusta pian piano. A piccoli passi. Il lettore viene conquistato poco a poco e l’immersione nella realtà da lui descritta è graduale ma totale.
Ho iniziato a leggerlo quasi subito e non ho mai staccato gli occhi dallo schermo, se non per prendere appunti e collegare i nessi tra i personaggi.
Il nostro autore sa il fatto suo e questo romanzo ne è la prova.
Condividi su facebook
Condividi su twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *