Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter

RECENSIONE "IL PROFESSORE" DI MARIA LUISA MORO

Titolo: Il professore
Autore: Maria Luisa Moro
Editore: Self Publishing
Genere: Thriller
Prezzo: ebook 2,99€ cartaceo 7,80€
Trama: La brillante studentessa Irene Mayer e l’affascinante docente Egon Von Droste sono uniti da una magnetica attrazione fisica nonché da affinità culturali. La relazione funziona a meraviglia a dispetto della forte differenza di età, finché Irene non prende una sbandata per uno studente fuori corso dell’ateneo. A questo punto accade qualcosa di irreparabile che farà crollare la sua intera esistenza. La sua vita si trasformerà in un incubo senza risveglio per lei e per chi sceglierà di viverle accanto. Incalzante, drammatico. La vita e la morte. A volte è più difficile vivere che morire.

RECENSIONE DI CHRISTIE

Egon e Irene: un amore proibito e un legame segnato dal sangue. Lui: possessivo, machiavellico, ossessionato professore di lingua tedesca e lei: fragile, ingenua studentessa con una media molto alta e desiderosa di quel qualcosa in più che la vita non riesce ad offrirle.
Entrambi hanno un passato tormentato alle spalle: Egon ha una moglie dalla cagionevole salute mentale e una figlia che egli stesso teme abbia assorbito parte della vulnerabilità materna e Irene ha dei genitori poco presenti nei cui traguardi sente la schiacciante pressione imposta dal dover mantenere un buon nome e diventare qualcuno.
Ma i sogni, gli amori e le ambizioni, spesso hanno un prezzo troppo alto fa pagare e Irene non lo sa ancora.
Un tremendo omicidio, consumatosi nei bagni dell’università, cambierà la sua vita per sempre costringendola alla fuga e a una serie, sempre più disperata, di tentativi di suicidio.
Unica testimone dell’identità dell’assassino di uno studente, Irene si troverà a nascondersi e a chiedere aiuto. La speranza e la lotta per la verità sono affidate a un solo uomo: Armin. Amico di sempre di Egon e unica persona disposta a credere alla giovane studentessa in difficoltà.
Tra Milano, Monaco, la foresta nera e Vienna, si consuma una storia adrenalinica e sul filo del rasoio.
Le voci narranti si intrecciano, delineando il profilo dell’omicida e trasportando con sé il lettore in un complicato puzzle, fatto di indizi descrizioni chirurgiche e dettagli che coinvolgono i cinque sensi a tutto tondo. Una lettura breve ma intensa, destinata a colpire e affascinare. Con un note di vendetta, controllo e dominio che non sfuggiranno neanche ai palati meno avvezzi al genere.
Condividi su facebook
Condividi su twitter