Titolo: Love & Psiche
Autore: Rael J. Kailani
Editore: Self Publishing
Genere: Commedia romantica
Uscita: 15 Luglio 2020 (ebook)
21 Luglio 2020 (versione cartacea)

Trama: Povero Cedric XVII, con quel brutto complesso d’inferiorità. Lo capisco, non è facile essere il fratello minore di Eros. Il suo nome risuona tra le leggende da millenni. Quello di Ced ce lo scordiamo pure alle cene di famiglia. Ma poteva scegliere un altro modo per superare la cosa. Replicare l’impresa di suo fratello, riscrivere la favola dell’amore senza tempo… doveva immaginarlo, che sarebbe finita male. Non è colpa sua, povero tesoro, è che ha preso una brutta botta, da piccolo. Quella volta che Eros l’ha lasciato cadere nel vulcano Haleakala. Ahimè, l’incidente non ha giovato al loro rapporto. Comunque… Eros, per la sua Psiche, ha battuto un drago. Cedric, invece, si è fatto sconfiggere da un tombino.
Ma può ancora recuperare, deve solo scendere tra i mortali e darsi da fare. Il posto, devo dire, è… beh, pittoresco. Gli inquilini… caratteristici. Ma la proprietaria mi sembra una personcina a modo. E poi, Cedric è pur sempre mio figlio, progenie della grande Afrodite. Sono certa che riuscirà a far vincere il vero amore. Altrimenti lo licenzio.

RECENSIONE DI CHLOE

Buongiorno a tuttiii! Come state?
Vi state sciogliendo?
Io leggermente… okay, tanto. Ma che ci possiamo fare? Intanto provo a vedere qualche documentario sui pinguini per far sì che la mia mente possa pensare di essere lì con loro e leggo, cercando di distrarmi.
Oggi, per voi, ho letto il libro di Rael J. Kailani dal titolo: “Love e Psiche”.
No, non è la copia di Amore e Psiche di Apuleio…

Questa è la storia di Cedric Amor Love XVII e Psiche Tremamondo.
Come si può notare dal nome, Cedric “Icsvì” è uno dei tanti “Cupido” che fanno parte della Miele, amore e cuoricini: un’associazione per far trovare l’amore.
Pensavate che esistesse un solo cupido piccolo e con le ali che ogni tanto sbagliava mira? Ebbene, vi sbagliate di grosso perché ce ne sono davvero tanti e Cedric è uno di loro.
Un bel giorno, mentre era lì a fare il suo lavoro incontra la maldestra Psiche e, invece di scoccare la freccia che l’avrebbe legata per sempre al notaio Nicola Merlini, sbaglia colpo e fa innamorare il notaio con un’altra ragazza.
Da quel momento, il nostro giovane Love, cercherà in tutti i modi di far incontrare i due “innamorati non innamorati”, ma sembra che tutto remi contro di lui. Prima fra tutti, la stessa Psiche, che non riesce a fare un passo senza cadere in un tombino o inciampare nei suoi stessi piedi. Cedric proverà ad aiutarla, chiedendo anche l’aiuto del suo “nemico giurato” Livio che però si farà attendere. Più il tempo passa, più il nostro Cedric rimarrà invischiato nel mondo umano e dovrà fare i conti con la signora Romina, Giustino e Toro Seduto che gli renderanno la vita e la missione un piccolo inferno.
Oltre tutti questi personaggi, ci si metterà anche la parmigiana non digerita a dargli problemi, ma sarà il cibo o altro a far capitolare il giovane Cedric?

Nel momento esatto in cui le loro strade si incrociarono, con un’eleganza degna di Afrodite in persona, la scoccai. Un lampo meraviglioso illuminò il mondo. Il lampo del vero amore. Strizzai gli occhi e li riaprii, più volte, in attesa che la luce tornasse normale. I contorni si fecero nitidi, misi a fuoco i dettagli. Carlo Fontana era rimasto letteralmente folgorato.  Dalla persona sbagliata. La giovane che correva al colloquio aveva raggiunto il passo lento e pesante del mio obiettivo che, però, non si vedeva più da nessuna parte. Le cose erano andate così. Nell’ istante preciso in cui avevo scoccato, quell’ imbranata era inciampata nel guinzaglio della signora Rosa, aveva centrato l’unico tombino aperto in una strada grande quanto un campo di calcio ed era precipitata per tre metri, trascinandosi dietro il povero carlino, un cono stradale e il mio futuro.

Appena ho letto la trama del libro, ho subito chiesto di poterlo leggere e sono stata accontentata. Ho adorato la favola di Apuleio, quindi non potevo perdermi questa storia.
Anche se in alcuni punti il racconto è un pochino pesante, ho adorato l’ironia e le spiegazioni di Cedric che cercava di rimediare ai suoi errori mentre è costretto a raccogliere da terra una Psiche imbranata e maldestra. I personaggi secondari (Giustino, Romina e Toro Seduto), hanno reso il racconto più simpatico e divertente anche se verso la fine ho avuto un piccolo colpo per l’effetto sorpresa che ha inserito l’autrice.
Un romanzo divertente, frizzante, ironico e spassoso che mi ha fatto passare un paio di giorni in buona compagnia. Spero di poter leggere qualcosina anche su Livio, perché (secondo la mia umile idea) ha avuto troppo poco spazio per farsi conoscere e voler bene.
Che dire di più? Spero che possa divertire anche voi.
Fatemi sapere che ne pensate!

Condividi su facebook
Condividi su twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *