Titolo: La luce nei tuoi occhi
Autore: Lucilla Celso
Genere: Narrativa
Data di pubblicazione: 26 Marzo 2020
Pagine: 88 pagine
Prezzo: 1,99 , in abbonamento con KU

Su amazon: https://amzn.to/2ZyXlDr

Trama: Il buio l’ha avvolta e spinta all’isolamento, ma Marco l’ha trovata, è la donna della sua vita, la sua anima gemella.
Un amore che supera la distanza, nato dietro allo schermo di un computer, così dirompente da spingere Daniela ad affrontare tutti gli ostacoli che troverà sulla sua strada.
Una straordinaria amicizia che rompe gli schemi. L’aiuto di Lara, un bellissimo esemplare di pastore tedesco, le restituirà la libertà, spingendola a rimettersi in gioco.
Anima gemella, ora ti ho incontrato e ancor di più sento disperata la mancanza della tua consolazione
Solo
Incompleto
Abbandonato
Mi tormento
Ogni ora, il pensiero di te
mi ossessiona
Così lontana
Eppure così vicina
Tu che sei diventata
Affine assonanza di me stesso.

RECENSIONE DI SIMO

Salve a tutti, oggi sono qui per parlarvi del nuovo libro di Lucilla Celso, un’autrice che si occupa di problematiche sociali molto importanti e di storie di rinascita.
Daniela è una ragazza che soffre a causa di una tremenda violenza subita che l’ha resa non vedente.
Siamo, quindi, davanti a una storia di una gravità e di una tristezza senza uguali che però ci viene subito esposta come una situazione da cui risollevarsi in ogni modo, e non come evento tragico da compatire.
Daniela cerca di reagire, come può, e anche se ha tanta paura di uscire di casa, grazie a internet conosce amici e anche una persona speciale, Marco.

“Sai una cosa? Anch’io ti amo. Hai riportato la luce nel mio buio.”

Lo stile usato dall’autrice è molto scorrevole e pulito e la narrazione è in terza persona con punto di vista limitato soggettivo, che fa sì che la prospettiva sia strettamente personale ma riusciamo ugualmente a
capire la sofferenza e i sentimenti di tutti i personaggi. Uno stile in prima persona mi avrebbe sicuramente fatto vivere il tutto da un’altra prospettiva, magari mi avrebbe legato maggiormente alla protagonista.
Nonostante possa essere difficile immedesimarsi nel personaggio (quanti tra noi sarebbero in grado di superare ciò che ha superato la protagonista?), l’autrice ci lancia un meraviglioso messaggio: non importa quanto si abbia sofferto e cosa ci affligge, perché la vita e la felicità dobbiamo andare a riprendercela a morsi.
L’unico rammarico è la brevità della storia, che è di per sé molto bella e forte, ma che mi è sembrata troppo frettolosa, si bruciano quasi certe tappe, gli avvenimenti sono sbrigativi, mentre secondo me meriterebbero più spazio. Difficile, infatti, per me, capire Marco, che dopo poche conversazioni manda messaggi di amore profondo a Daniela, una cosa di per sé un po’ lontana dalla realtà, anche se in un romanzo rende indubbiamente tutto molto romantico. Mi sarebbe anche piaciuto scoprire qualcosa di più del rapporto tra Daniela e Lara, il cane guida che per chi è non vedente rappresenta un punto fermo, i suoi veri occhi.

“Ricorda che, se ti affidi a lei, non hai nulla da temere, ti proteggerà ovunque tu vada.”

Due parole vanno spese anche per la parte finale, che sinceramente non mi aspettavo e hanno ribaltato un po’ l’opinione che mi ero fatta sulla storia ma anche sui personaggi, ha mostrato quanto noi esseri umani siamo complessi, e questo senza dubbio è una cosa che ho apprezzato, visto che non amo i finali scontati.
Una grandissima storia introspettiva che ci aiuta a capire e ad accettare le dinamiche della vita che purtroppo non sempre vanno come vorremmo, e che ci sprona a lottare contro tutti i nostri fantasmi e a trovare la forza di andare avanti. Da leggere!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *