Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter

Titolo: T…come tormento (Serie Never forget 5)
Autore: Serena Brucculeri
Pubblicazione: il 26/05/2021
Editore: Darcy edizioni
Genere: cowboy romance.
Introduzione:
Cosa si prova quando una vecchia amica ti rammenta di un patto stretto alcuni anni addietro, ma che tu pensavi a uno scherzo e a qualche birra bevuta in più?
Ecco cosa accade a Silvia e Roger, rispettare nella finzione e dare seguito a quel patto strambo.
Trama: Un patto è sempre un patto, lo sanno bene Roger e Silvia. Un patto che li condurrà fino all’altare pieni di speranze in un futuro migliore. Tuttavia non hanno fatto i conti con la madre di lui, una suocera impicciona e invadente, che darà il tormento alla giovane coppia.
Tra alti e bassi, liti e addii, l’amore può nascere quando meno te lo aspetti, arriva e basta.

 

LE IMPRESSIONI DI MARINA

Leggere per la prima volta questa autrice, mi ha letteralmente rubato il cuore, con la sua narrazione logica e comprensibile e con personaggi ben definiti, sia nel carattere che nel fisico, sono entrata da subito in sintonia con loro grazie anche a una fluente scrittura.
Ma, cavoli! che cavolo di patto scellerato hanno stipulato ‘sti due? E poi come ciliegina sulla torta, il terzo incomodo, una suocera impicciona ovviamente!!! L’ ho detestata… ma, non lasciatevi influenzare da questo mio risentimento, il romanzo vi porta alla fine a comprendere il senso, il motivo per cui la suocera ha agito così, quindi merita la mia e vostra sensibilità, è sempre una mamma!
La narrazione è in prima persona e con pov alternati, parla di amicizia quella vera e di solitudine, di perdita e paure che la vita pone a un essere umano.
“Sì, penso, farò qualsiasi cosa per vederti sempre così. Perché ti amo, come non ho amato mai, un amore che potrei afferrare e stringere. Un amore bello e doloroso insieme, che fa quasi male. Perché la gioia può far male. Perché non posso nemmeno immaginare di perderti ora che ti ho trovata.”
Ovviamente ho apprezzato molto questo romanzo dai toni dolci, le scene di sesso non volgari e in giusta dose, la scena che più mi ha colpito è quando nuora e suocera si affrontano, mi è venuto in mente un detto del mio paese: “suocera e nuora, il diavolo e la malora” Spero di avervi incuriosito, vi auguro una buona lettura!!!!
Ritta davanti al palco, il grembiule stretto in vita, i capelli impeccabili, con la gioia  generale non sembra avere niente a che fare. Lei sarà il vero osso duro di tutta questa faccenda. Beh, non mi interessa un bel niente, questa è la mia vita.

Condividi su facebook
Condividi su twitter